Diario Cucine popolari – pagina 34

In questo diario le maestre delle scuole Acri che hanno accompagnato  le loro bimbe e i loro bimbi di V elementare alla Cucina del Battiferro ci hanno mandato un bel resoconto dell’esperienza. Lo potete leggere più sotto nella parte del Diario dedicata alle nostre storie.  Noi, lo sapete, possiamo continuare in questa emozionante avventura grazie alle tante e ai tanti che con il lavoro volontario o con donazioni di prodotti, di macchinari, di denaro, ci sostengono. A questo proposito ci permettiamo di ricordare che, in sede di dichiarazione dei redditi, se volete potete devolvere il 5 per mille a Civibo, l’associazione che gestisce le Cucine Popolari:  basta scrivere il codice fiscale di CIVIBO 91372820372. Sappiamo che sarete numerosi e vi ringraziamo moltissimo. Ora, prima di lasciarvi alla lettura degli appuntamenti, dei resoconti e dell’approfondimento dedicato all’avventura di volontari speciali, le bimbe e i bimbi delle scuole Acri,  ci prendiamo qualche riga  per  ringraziare una volontaria che ci ha inviato una bella lettera con la quale ci parla del volontariato, dei suoi impegni familiari che non le permettono di stabilire a priori le sue presenze, e di come è orgogliosa di essere parte delle Cucine : “Sono Norma… l’anarchica delle Cucine … così chiamata perchè non riesco a dare un calendario preciso alle mie presenze … stare con voi mi piace, peccato poterlo fare poco … “. Grazie Norma, siamo sicuri che se potrai starai con noi anche di più di quello che già  fai.
E ora, buona lettura a tutte e a tutti. Grazie di essere con noi.

COSA È SUCCESSO

Martedì 4 febbraio, festa grande alla Cucina Popolare Italicus (in Via Sacco): Giuliana, un’ospite delle Cucine ha voluto festeggiare il suo compleanno insieme a volontarie e volontari e a tutta la comunità di Italicus.
“Giuliana è una persona speciale e ci fa spesso – dice Patrizia la volontaria che ci ha segnalato la festa –  gli gnocchi o i tortelloni. Naturalmente noi le diamo la materia prima, ma tutto il lavoro manuale è un regalo che fa a tutta la comunità. Per la sua festa ci ha preparato ottime lasagne e una tradizionale zuppa inglese, noi abbiamo aggiunto un bel polpettone e un piccolo regalo fatto davvero col cuore”. Tanti auguri Giuliana anche dalla redazione della newsletter.

– Sempre martedì 4, ma al Battiferro, abbiamo avuto la visita degli alunni e delle alunne di quinta delle scuole Acri. Le maestre ci hanno scritto una bella lettera su questa esperienza, la trovate più giù nella sezione dedicata alle nostre storie.

– Venerdì 7 Febbraio, faccie sorridenti e sala piena al Battiferro per il concerto jazz degli “Street life quintet”, con cena solidale. Tante belle foto qui, un video qui.

– Gran pienone, venerdì 14 febbraio, alla cena di solidarietà con la comunità cinese: 150-200 persone per condannare i recenti episodi legati alla paura della diffusione del corona virus, e per dare testimonianza diretta di “solidarietà e la tenerezza tra i popoli”. Presenti, oltre ai rappresentanti della comunità cinese, i rappresentanti delle istituzioni: Elly Schlein, neo eletta e vicepresidente e in Regione, Matteo Lepore e Claudio Mazzanti assessori in Comune di Bologna, Daniele Ara, presidente del Quartiere Navile di Bologna.
Per una cronaca dettagliata della serata vi rimandiamo all’articolo di Repubblica Bologna.
Qui, tante foto della serata.

– Giovedì 20 febbraio, ‘Buttami in pentola’ a Castelmaggiore
Siamo arrivati anche a Castelmaggiore per presentare il libro che raccoglie ricette  molto interessanti per riciclare gli avanzi o per fare ottimi pranzi o cene con ciò che si trova in frigo. “Buttami in pentola, La cucina degli avanzi per trasformare le zucche in carrozze”, è infatti il libro, curato da Bruno Damini, che abbiamo realizzato –  grazie al contributo di cuoche e cuochi di ristoranti e trattorie e delle Cucine Popolari – per fornire spunti  per cucinare senza sprechi e per raccogliere fondi per la vita delle Cucine. Sabato 20 febbraio, al teatro Biagi D’Antona di Castelmaggiore,  l’autore  Bruno Damini, il giornalista Aldo Balzanelli e Roberto Morgantini hanno presentato al pubblico il libro che è poi stato acquistato in alcune copie.
Abbiamo ancora copie del libro, chi non l’ha ancora comprato si faccia avanti, lo può trovare in tutte e tre le Cucine Popolari: Battiferro. Italicus, Saffi.

Festa di compleanno per Cristina al Battiferro
Cristina Comini
, una amica delle Cucine Popolari, ha festeggiato il suo compleanno assieme a più di 100 amiche e amici al Battiferro con una bella cena preparata da volontarie e volontari delle Cucine Popolari. Tutti hanno versato un contributo che è andato interamente alle Cucine.

LE NOSTRE STORIE

Volontari speciali al Battiferro con doni per le ospiti e gli ospiti
Il grande giorno è arrivato! Il 4 febbraio finalmente i bambini delle classi 5 C e  5 D delle scuole Acri hanno realizzato un loro desiderio: quello di fare i volontari alle Cucine Popolari del Battiferro; non solo ma anche di condividere il pranzo con gli ospiti.  Alle 11,30 del mattino partiti da scuola  si sono diretti in fila indiana  al Battiferro, portando piccole scatole di doni, doni preparati a seguito di un’iniziativa proposta e accolta da tutti. Il calendario dell’Avvento al contrario: in sostanza dal primo dicembre non si sono aperte finestrelle e mangiato cioccolatini ma si sono impegnati a mettere in scatola un pensiero, un oggetto, qualcosa di loro per chiudere il 25 la scatola da regalare a persone in difficoltà e non solo. La maestra, volontaria alle Cucine, ha pensato di coinvolgere il grande Morgantini nell’impresa, per far sì che questi bambini potessero non solo portare i doni ma anche condividere una giornata di volontariato.

L’arrivo alle Cucine è stato emozionante, meravigliosa l’accoglienza dei bambini da parte dei volontari presenti in sala e in cucina. Giancarlo il grande cuoco del giorno che esce dal suo “regno” per incontrarci!! Grazie a Paola e Michele per la cura con cui hanno spiegato ai bambini come sistemarsi tra i tavoli.
Dopo un inizio incerto e forse un pochino “caotico” per tutti, grazie anche alla pazienza di tutti volontari e ospiti il pranzo si è svolto secondo le consuete modalità. Direi quasi meglio: in effetti devo dire, da volontaria, che soprattutto gli ospiti hanno dimostrato grande pazienza e disponibilità verso i “piccoli camerieri”. Quello che a volte con gli adulti viene chiesto con “fretta” con i bambini è diventata attesa e comprensione per tempi un pochino più lunghi. Super!
Dimenticavo di dire che al pranzo hanno partecipato anche alcuni genitori degli alunni, pagando chiaramente, chissà se solo per sostenere le Cucine o per farsi servire dai figli!!!! A parte gli scherzi è stato veramente un piacere accogliere pure loro, sono certa torneranno ora che hanno avuto modo di provare la super cucina dei cuochi.
A scuola si usano tanto le parole: solidarietà, aiuto, condivisione, fratellanza si studia pure una materia come “Cittadinanza”, ma ciò che gli scolari hanno vissuto attivamente tra e con i volontari e gli ospiti è valso più di anni di studio e teoria: praticare per imparare a vivere. Conoscere tramite il contatto e l’esperienza umana per comprendere che non esiste diversità e che tutti siamo poveri se non sappiamo donare.
Grazie di cuore dalle maestre Cristiana, Michela e Pina!

PS:  i bambini a scuola hanno riflettuto sull’esperienza e hanno prodotto dei pensieri, li abbiamo raccolti in un grande poster colorato che abbiamo portato alle Cucine! (trovate le foto del poster qui)

Come contribuire alle Cucine popolari
– comperate il libro delle Cucine, “Buttami in pentola”, potete rivolgervi ad una delle nostre 3 cucine.
– diventate volontari, scrivete a info@civibo.it, lasciate numero di telefono e la zona di Bologna in cui abitate, vi metteremo in contatto con i referenti dei volontari;
– fate una donazione,
– organizzate una festa o un pranzo presso le Cucine, per una vostra associazione o di un gruppo di amici, per la pensione o per un compleanno, ogni occasione è buona. Sarà un modo per contribuire alle Cucine e anche un modo per presentarci ad amici e conoscenti;
– donate il 5×1000 alle Cucine popolari. E’ ancora tempo di dichiarazione dei redditi, basta indicare sul modelli 730 o Unico della dichiarazione dei redditi il codice fiscale di CIVIBO Onlus: 91372820372;

Scriveteci
Se avete domande, commenti o volete farci conoscere la storia che vi lega alle Cucine, scriveteci!
Basta rispondere a questa mail o scrivere all’indirizzo: info@civibo.it.

la redazione del
diario delle Cucine popolari
Demetrio Collina e Marta Fin

Ringraziamo per i contributi i fotografi, Andrea Fabbri Cossarini e Mariagrazia de Siena, e il disegnatore Ermanno Marco Mari.