Diario Cucine popolari – pagina 30

Ci rivolgiamo a voi con una edizione straordinaria del nostro diario perché vogliamo presentarvi il nuovissimo libro di ricette delle Cucine popolari, vogliamo suggerirvi l’acquisto del libro da regalare a voi stessi o a chi volete in occasione di queste feste di fine anno, anche per finanziare le Cucine. Sì, lo sappiamo, di libri di ricette ce ne sono già tantissimi, ma quello che proponiamo è speciale e non si può davvero farne a meno:  “Buttami in pentola, La cucina degli avanzi per trasformare le zucche in carrozze“, è davvero un bel libro di ricette molto particolari; costa poco, 10 euro, ma vale moltissimo. E’ curato da Bruno Damini (immagini comprese), editato da Pendragon per le Cucine Popolari, contiene ricette di cuoche e cuochi di ristoranti, di trattorie e delle Cucine Popolari, le spese di stampa sono state sostenute da CamstLo potete trovare nelle tre Cucine Popolari: al Battiferro (via Battiferro 2), a Saffi (Via Berti 2/8), all’Italicus (Via Sacco 14), ma anche telefonando a Roberto Morgantini tel. 3357456877. I proventi dalla vendita andranno totalmente a sostegno
delle attività delle Cucine Popolari.
Parleremo diffusamente di questo libro qualche riga più sotto, intanto approfittiamo  di questa pagina del diario anche per ricordare che le nostre mense sono pronte ad accogliere a braccia aperte amiche e amici che vogliano venire a pranzare, a passare un po’ di tempo in piacevole compagnia al Battiferro, a Saffi, all’Italicus: basta dirlo anche la mattina stessa e le cuoche e i cuochi delle Cucine prepareranno quanto necessario per soddisfare anche gli ospiti che lasceranno un piccolo contributo alla vita delle Cucine.
Foto della conferenza stampa di presentazione del libro
Link all’articolo della Gazzetta di Bologna
Grazie a Bruno Daminigrazie alle cuoche e ai cuochi di ristoranti e trattorie, grazie alle cuoche e ai cuochi delle Cucine Popolari, grazie ad Antonio Bagnoli di Pendragon, grazie a Francesco Malaguti, presidente di Camst, grazie a tutte e a tutti voi che acquisterete il libro e che porterete persone a mangiare al Battiferro, a Saffi, all’Italicus… e intanto, con tutto il cuore, facciamo a noi e a voi carissimi auguri di buon Natale e, pur sapendo che non bastano, auguri anche per un nuovo anno di pace, di solidarietà, di accoglienza e di uguaglianza.
Buttami in pentola, La cucina degli avanzi per trasformare le zucche in carrozze”, un libro di ricette,  bellissimo regalo e graditissimo contributo alle Cucine
Vogliamo raccontarvi la storia di questo bel libro. Ci siamo trovati nel piccolo gruppo comunicazione delle Cucine Popolari – presenti  Roberto Morgantini, Aldo Balzanelli, Giampiero Moscato, Mario Gaiani, Agata Tabuso, Demetrio Collina, Marta Fin  e il presidente di Civibo GIovanni Melli – per ragionare su cosa fare per promuovere la raccolta fondi per le Cucine. Non abbiamo finanziamenti pubblici e dunque dobbiamo pensare anche a come reperire denaro per continuare l’avventura delle Cucine Popolari. Il presidente Melli ha avuto l’idea: “perchè non facciamo un libro di ricette sulla cucina del riuso?”. Ottima idea, da tutte e tutti accolta con grande entusiasmo. E’ stato coinvolto un altro esperto di comunicazione, Bruno Damini, e ci siamo messi al lavoro alacremente.
Cosa vuol dire ricette del riuso? A tutte/i a casa propria è capitato di aprire il frigorifero o la dispensa e di dire: ecco, devo fare da mangiare con quello che c’è, magari con questa carne lessa da brodo che nessuno vuole più mangiare. E questo abbiamo chiesto a cuoche e cuochi di ristoranti in giro per l’Italia e a cuoche e cuochi delle Cucine Popolari (alcuni dei quali hanno raccontato  una delle ricette che mettono in campo a partire da quello che trovano in dispensa, nei frigoriferi e nei freezer): regalateci una ricetta povera, una ricetta che usa quello che trovate, magari  ciò che vi è rimasto nel frigo.  L’adesione è stata grande: oltre a volontarie e volontari cuochi delle Cucine Popolari (ma ne mancano tante e tanti e per questo stiamo già pensando a un secondo volume…), tante cuoche e tanti cuochi di ristoranti anche stellati ci hanno regalato una ricetta a testa. Bruno Damini si è offerto generosamente per curare il libro, la Camst, già grande amica delle Cucine con gli accordi per acquisti a prezzi contenuti, ai “sospesi” al Bass’otto e a tanto altro, ha contribuito alle spese di stampa, oltre che con una ricetta di riuso da uno dei suoi cuochi. Abbiamo dunque  realizzato un bel libro, un libro speciale per noi.  Lo proponiamo per un Natale speciale per tutti: per chi lo riceverà e per noi delle Cucine che avremo altro ossigeno per continuare la nostra avventura. Il prezzo è piccolo, 10 euro, il piacere di leggere e di provare a replicare sarà grande.

Abbiamo anche chiesto all’autore del libro, Bruno Damini, di raccontarci come è entrato in questa avventura:
Conosco Roberto Morgantini da tempo.  Quando nacque la 1°Cucina (al Battiferro ndr) stavo scrivendo un libro “Bologna ombelico di tutto” edizione Minerva, un racconto sull’artigianato alimentare di Bologna e provincia,  lo intervistai. Ho sempre cercato di dare una mano alle Cucine, anche lo scorso anno con il ripieno per i tortellini offerto da un amico ristoratore, Alberto Bettini, di Amerigo 1934, Savigno.  Ho molti amici e non solo nel settore enogastronomicoho e quindi, anche questa volta, quando è arrivata la proposta, mi sono offerto volentieri.
Pur avendo  tempi strettissimi, abbiamo raccolto la sfida, il libro è uscito e sta già andando forte. Mi auguro che venga letto con attenzione, anche dalle giovani generazioni, nelle quali ripongo molta fiducia.  Con questo libro, abbiamo lanciato un nuovo segnale contro lo spreco e per una cucina consapevole e sostenibile. Sono sicuro che sarà raccolto.
Grazie Bruno.

Come contribuire alle Cucine popolari
– diventare volontari, scrivete a info@civibo.it, lasciate numero di telefono e la zona di Bologna in cui abitate, vi metteremo in contatto con i referenti dei volontari;
– fare una donazione,
– organizzate una festa o un pranzo presso le Cucine, per una vostra associazione o di un gruppo di amici, per la pensione o per un compleanno, ogni occasione è buona. Sarà un modo per contribuire alle Cucine e anche un modo per presentarci ad amici e conoscenti;
– donate il 5×1000 alle Cucine popolari. E’ ancora tempo di dichiarazione dei redditi, basta indicare sul modelli 730 o Unico della dichiarazione dei redditi il codice fiscale di CIVIBO Onlus: 91372820372;

Scriveteci
Se avete domande, commenti o volete farci conoscere la storia che vi lega alle Cucine, scriveteci!
Basta rispondere a questa mail o scrivere all’indirizzo: info@civibo.it.

la redazione del
diario delle Cucine popolari
Aldo Balzanelli, Demetrio Collina e Marta Fin

Ringraziamo per i contributi i fotografi, Andrea Fabbri Cossarini e Mariagrazia de Siena, e il disegnatore Ermanno Marco Mari.