Natale in Bolognina

 

24991561_2255162641162359_8227146000488725723_n

 

Cucine popolari, ospite a pranzo il fratello di Ernesto Che Guevara

che

Juan Martín Guevara a Bologna per la presentazione del suo libro ‘Il Che mio fratello’

In città per persentare il libro sul ‘Che’, il fratello Juan Martin Guevara, racconta aspetti inediti del guerrigliero argentino, poi diventato mito.

Oggi Juan Martin Guevara è stato a pranzo alle Cucine Popolari: “Il principale obiettivo del libro è rendere umano mio fratello, una persona come tutti noi – ha detto ai cronisti – non sono uno scrittore, il successo di questo libro è la figura di mio fratello”.

La famosa foto di Alberto Corda ritrae il Che in un momento serio, ma: “La maggior parte delle immagini di mio fratello sono molto allegre”.

Fondazione Gualandi

20414236_10210211731505016_7916714790972839822_o Mercoledì 15 Novembre comincia la collaborazione tra l’Associazione Civibo Onlus e la Fondazione Gualandi. I ragazzi della scuola di Cucina della Fondazione per un giorno cucineranno e serviranno presso le Cucine Popolari aiutando le persone in difficoltà, ospiti della mensa. La collaborazione continuerà anche nei mesi successivi una volta al mese.

La Fondazione Gualandi a favore dei sordi ente privato nato a Bologna il 1 gennaio 2003, dalla trasformazione dell’Istituto Gualandi, ente di pubblica assistenza – ha scelto di continuare   a utilizzare il reddito del proprio patrimonio a vantaggio dello sviluppo dei bambini con difficoltà uditiva,  secondo le esigenze attuali e con strumenti adeguati e innovativi. Tra le attività educative son compresi, ad oggi, un Nido e una Scuola dell’infanzia, che accolgono un centinaio di bambini.  Le strutture sono state progettate, realizzate e gestite dalla Fondazione per sperimentare modalità innovative nell’educazione di bambini con difficoltà di udito, insieme a tutti gli altri. Le attività extrascolastiche per piccoli gruppi di bambini sordi, che la fondazione ha realizzato fin dai primi anni, sono adesso orientate soprattutto alla conoscenza e all’utilizzo della lingua italiana scritta.
Si è concretizzata anche l’attività specifica di Laboratori di lingua italiana per adulti e stranieri sordi. La Fondazione si è posta sempre in relazione di sussidiarietà e collaborazione con gli enti e le strutture impegnate per l’abilitazione, l’istruzione, l’inclusione delle persone sorde.

L’Ente oltre ad aiutare le Cucine Popolari con attività di volontariato mette a disposizione i frutti degli orti gestiti dai suoi Soci. Tanti prodotti naturali e biologici che dalla coltivazione di soci e volontari finiscono per essere lavorati e serviti presso le Cucine Popolari, in un’ ottica di ciclo virtuoso in cui i prodotti della terra buoni e genuini aiutano le persone in difficoltà inviate dai Servizi Sociali del Comune di Bologna.

Apertura Cucina Popolare Centro Saffi

Parte 2

con Nettare

thumbnail_cenaconnettare (3)

MENU

antipasto con contadino
Primo: lasagne con ragù alla bolognese ed alle verdure per vegetariani
Secondo: spezzatino di cinghiale con purè.
Dolce

Il 7 ottobre diventa volontario per un giorno!

logo_partner_colletta

 

Sabato 7 ottobre 2017 alcuni punti vendita Coop Alleanza 3.0 di Bologna e Castenaso ospiteranno una raccolta di beni di prima necessità per sostenere gli Empori Solidali di Case Zanardi, il Banco di Solidarietà di Bologna, le Cucine Popolari e la Mensa dell’Antoniano di Bologna. Ti invitiamo a partecipare all’iniziativa diventando volontario per un giorno! 

Potrai distribuire materiale informativo sulla raccolta, raccogliere i prodotti donati oppure impegnarti nella logistica. Sarà un’esperienza utile alla comunità e piacevole. Conoscerai nuove persone e potrai coinvolgere amici, parenti e colleghi a partecipare con te condividere insieme questa iniziativa che ha l’obiettivo di dare una speranza e uno stimolo in più ad alcune persone che si trovano in difficoltà socio-economica.
 

Per aderire basta compilare il modulo on-line goo.gl/R6ZqWZ
 

L’iniziativa è promossa dall’Istituzione per l’inclusione sociale e comunitaria “don Paolo Serra Zanetti” del Comune di Bologna, dall’Associazione Emporio Bologna Pane e Solidarietà, dal Banco di Solidarietà di Bologna, dall’Antoniano di Bologna, dall’Associazione CIVIBO e dall’AUSER Bologna in collaborazione con VOLABO– Centro Servizi per il Volontariato di Bologna e grazie al supporto di Coop Alleanza 3.0. 

Alcune date intermedie da segnare in agenda: 

– entro  martedì 3 ottobre  sarai contattato per confermare l’orario ed il punto vendita assegnati
– giovedì 5 ottobre alle 18.00  in via Capo di Lucca, 37, presso l’Emporio solidale, si terrà un incontro info-formativo per tutti i volontari che parteciperanno alla colletta. La partecipazione è caldamente consigliata

  
Per informazioni e per un contatto diretto: 

Enrico Dionisio | dal lunedì al venerdì 9.30-17.00 | 051.2193581 | 335.6352325 
Roberto Morgantini | 3357456877


Per saperne di più sui progetti che sosterrà “la raccolta” del 7 ottobre 2017:

Gli Empori Solidali di Case Zanardi sono dei “negozi” aperti in via Capo di Lucca, via Abba e via della Beverara  a Bologna dove 5 volte alla settimana un gruppo di volontari accoglie 122 famiglie con bambini residenti a Bologna che stanno provando ad uscire dalla loro condizione di povertà con il supporto dei Servizi Sociali Territoriali. Negli Empori Solidali queste famiglie possono fare una spesa settimanale gratuita di generi alimentari, beni per l’igiene personale e per la casa con una tessera a punti mensile che vale 6 mesi, rinnovabile per altri 6. 

CIVIBO – Cucine Popolari gestisce a Bologna 3 mense in via del Battiferro, via Sacco e via dello Scalo che accolgono settimanalmente più di 250 persone che a loro volta beneficiano di pasti offerti da volontari in collaborazione con parrocchie, associazioni, enti e imprese del territorio. Il progetto vuole integrare, ottimizzare e orientare l’utilizzo delle risorse, evitando dispersioni e sprechi, ma soprattutto intende attrarre nuove risorse economiche, umane e strumentali, attraverso la costruzione e la “manutenzione”di relazioni sociali. 

La Mensa dell’Antoniano di Bologna nasce nel 1954 ad opera di Padre Ernesto che, tornato dall’esperienza dei lager nazisti, decide di dedicare la sua vita ai poveri e offre quotidianamente il pasto e altre forme di sostegno a oltre 120 persone. 

Banco di Solidarietà di Bologna è un’associazione che persegue il fine della solidarietà sociale con assenza di ogni finalità di lucro svolgendo la propria attività gratuita a favore di persone in difficoltà, di soggetti svantaggiati e di nuclei familiari disagiati, per favorire la cultura e le opere della carità e della condivisione. Ad oggi aiuta più di 950 persone distribuendo a domicilio beni alimentari.