Sonia e Claudio si sposano

13260269_900221946766256_231003306046527699_nDopo il matrimonio di Roberto Morgantini e Elvira Segreto che ha dato l’opportunità all’Associazione Civibo Onlus di realizzare concretamente il progetto Cucine Popolari, ad un anno da quel favoloso evento che si è tramutato in una mobilitazione sociale, facendo nascere una realtà importante per il Quartiere Navile, due volontari della mensa per le famiglie in difficoltà si sposano. Le Cucine Popolari non hanno soltanto risolto il bisogno primario dell’alimentazione a numerose persone in un Quartiere fragile della città, ma hanno permesso ad una comunità di conoscersi e confrontarsi. Nel corso del tempo il pranzo alle Cucine Popolari è diventato un momento di incontro per tutte le realtà del territorio. Persone inviate dai servizi sociali del territorio, dalla parrocchia San Cristoforo, Santa Rita e semplici donatori spinti dal desiderio di contribuire al progetto, si ritrovano sviluppando cittadinanza attiva. Oggi sono presenti due Cucine Popolari nel Quartiere Navile in via Del Battiferro 2 e San Donato/San Vitale in via Del Carpentiere 14 e per poter sostenere le spese correnti abbiamo bisogno di un sostegno economico.

11057313_762133987241720_2984847131442184471_nClaudio Bonazzi e Sonia Veronese, volontari delle Cucine Popolari sin dall’ apertura della mensa, hanno deciso di sposarsi il 24 Settembre alle 11.30 a Palazzo D’Accursio, Piazza Maggiore, donando i loro regali di nozze per finanziare il progetto Cucine Popolari. Un atto di generosità da parte di due persone che hanno contribuito concretamente a realizzare il progetto. Niente forni a microonde, lavastoviglie o vacanze ai tropici, quindi, ma una colletta che possa permettere al progetto di Cucine Popolari di continuare la sua attività. Non si accettano regali diversi da un contributo in denaro. La storia d’amore di Claudio e Sonia comincia nel 1975 in un periodo particolare della storia Italiana, un amore giovanile che si conclude, come spesso a quei tempi in cui i social non esistevano, perdendosi di vista. Claudio prima di un lungo viaggio per il mondo decide di cercare questo giovanile amore con lo spunto o la scusa di inviare il suo libro: Silvia, la mamma di Bonazzi. Quando Claudio torna dal suo lungo viaggio i due si rivedono nel dicembre del 2014 a Roma dove lei risiedeva e sboccia l’amore. Intanto il 21 luglio vengono inaugurate le Cucine Popolari e i futuri sposi credono nel progetto promosso da Civibo aiutando concretamente la mensa per le famiglie in difficoltà.

 www.repubblica.it/amoresenzatempo

www.mediaset.it/mattino5

Una mano per la scuola

una-mano-per-lascuola

Dopo il successo delle scorse edizioni torna anche quest’anno “Una mano per la scuola” , l’iniziativa promossa in tutta Italia nei punti vendita Coop e Ipercoop per aiutare concretamente le famiglie più in difficoltà.

Sabato 10 e domenica 11 settembre i cittadini che lo desiderano potranno recarsi presso i supermercati Coop e Ipercoop, acquistare materiali didattici e di cancelleria (quaderni, biro, pennarelli, astucci, ecc..) e darli ai volontari presenti nei punti vendita.
I materiali raccolti verranno destinati alle organizzazioni di volontariato del territorio per promuovere progetti a favore di bambini e famiglie.

In particolare a Bologna il materiale raccolto andrà a sostegno di famiglie e minori assistiti da Cucine Popolari, Emporio Solidale di “Case Zanardi” e i progetti Auser sulle povertà .

Per l’occasione Auser Bologna sta cercando inoltre volontari disponibili a dare una mano nella raccolta . Per partecipare è necessario mandare una e-mail a:

Luigi Pasquali, l.pasquali@auserbologna.it
oppure
Antonella Di Pietro, a.dipietro@auserbologna.it

Primo Premio La Buona Vernice a Cucine Popolari

multicolore-macchia-mln13b4cpptsqcjhhntci45l8qqxje74s01gbs4d64

Grazie a tutti! Ancora una volta è stata una bellissima e affollatissima avventura. Con il sito www.labuonavernice.it preso d’assalto. Trafficatissimo. Decine di migliaia di persone desiderose di mettere le ali al proprio progetto no-profit.

Dal Primo Maggio a oggi abbiamo contato 70.000 utenti unici (dati Google Analytics).

Ora è il tempo del plauso a chi ha animato questa kermesse. Non solo i tanti che hanno votato attraverso gli smartphone e tramite Facebook. Ma anche e soprattutto le 92 associazioni no-profit dell’Emilia Romagna che hanno provato a centrare le 10 donazioni predisposte da Renner Italia.

Grazie di cuore a tutte le organizzazioni partecipanti a La Buona Vernice 2016.

Rispetto alla prima edizione, quest’anno il tempo messo a disposizione per le votazioni è stato inferiore. Quindici giorni in meno. La corsa al click, però, è stata identica. Bello che le prime tre donazioni vadano a tre progetti no-profit di tre città diverse e rappresentativi di tutti e tre gli ambiti di intervento previsti da La Buona Vernice: solidarietà-assistenza, promozione culturale, incentivazione alla pratica sportiva giovanile.

Cucine Popolari – Bologna Social Food dell’Associazione di Volontariato CiviBO Onlus di Bologna, fin dalle primissime battute de La Buona Vernice, ha navigato a vele spiegate, fino al porto dei 15.000 euro di donazione. «Il progetto “Cucine Popolari” di CiviBo è una mensa aperta a persone e famiglie in difficoltà, i cui pasti sono offerti dalle imprese del territorio. Un progetto che guarda oltre le tradizionali politiche di welfare per affrontare la congiuntura economica e sociale nella quale viviamo». Ebbene, con La Buona Vernice, Renner Italia è orgogliosa di sostenere CiviBo in questa nobile battaglia contro la povertà.

1 anno di Cucine Popolari

1 anno_loc_unito

di Dario Marino

Il progetto Cucine Popolari – Bologna social food promosso dall’Associazione Civibo compie un anno di attività. Situato nella casa del popolo “I cento passi” nel cuore del Quartiere Navile, zona storicamente operaia,  ricca di molteplici diversità. Le Cucine Popolari non hanno soltanto risolto il bisogno primario dell’alimentazione a numerose persone in un Quartiere fragile della città, ma hanno permesso ad una comunità di conoscersi e confrontarsi. Grazie ai numerosi donatori e frequentatori della mensa, il pranzo alle Cucine Popolari è diventato nel corso del tempo un luogo di incontro per diverse fasce sociali residenti nel Quartiere, riproponendo il valore storico della Cucina Popolare e richiamando alla memoria i piatti tipici della tradizione popolare italiana. I volontari di Civibo nel corso di questo primo anno di attività si sono cimentati proponendo ai suoi ospiti la storia dei sapori e della tradizione bolognese e non,  spesso vincolati da cibi specifici donati alla struttura, si sono cimentati in fantasie di sapori che hanno reso particolare la mensa. Piatti antichi come il friggione, lasagne alla bolognese, spuma di mortadella e il “cinghiale solidale” cucinato in tutti i modi possibili, sino a piatti sperimentali di pregiata fattura. Cucine Popolari ha stimolato la cittadinanza e riproposto il valore storico della Casa del Popolo come luogo per favorire la partecipazione attiva e l’incontro di tutte le diverse realtà sociali e culturali esistenti nel territorio.

www.repubblica.it/compleannocucinepopolari

www.ilrestodelcarlino.it/unannocucinepopolari

www.bandieragialla.it/buon-compleanno-cucine-popolari

www.telesanterno.it/le-cucine-popolari

www.piazzagrande.it/giornale/cucine.popolari

Siamo noi- L’altra estate – canale TV2000

Dai minuti 45.00 servizio su Civibo e le Cucine Popolari. Oggi a Siamo Noi – L’altra Estate partiamo dalle ultime di attualità, con la presentazione del XXVesimo Rapporto Immigrazione di Caritas e Fondazione Migrantes. Naturalmente, dedichiamo anche spazio al ricordo dei nostri connazionali che hanno perso la vita nell’attentato di Dacca, in Bangladesh, dopo l’arrivo delle salme a Roma e alla notizia dell’incendio dei terreni della cooperativa “Le Agricole”, a Lamezia Terme, che fa capo al Progetto Sud di Don Giacomo Panizza, e che già in passato aveva subito intimidazioni.
L’estate speciale è quella di don Davide Volo, trentenne parroco di Conca della Campania (CE). L’estate del 2000 che segna l’incontro con Papa Giovanni Paolo II, e quella del 2005 quando, da accompagnatore di scout, incontra Papa Benedetto XVI.
Trascorrono la loro estate in città gli amici dell’Auser, l’associazione per gli anziani che mette in campo una serie di attività per l’estate. Con Angela, volontaria 82enne, e Rosa, responsabile del servizio Area Telefonia Sociale “Filo d’Argento”, conosciamo meglio il mondo di Auser.
Infine, ci racconta i suoi pellegrinaggi Giuseppe D’Andrea, pensionato 66enne, di ritorno da un cammino in Terra Santa che della sua esperienza dice “camminare a piedi ti mette in una posizione diversa. Ti devi affidare e fidare. Vedi e vivi il Vangelo in maniera diversa, ti rendi davvero conto di quello che sei”.

mostra di pittura a Cà Larga

locandina mostra auser - web

La mostra è aperta sino al 23 Luglio tutti i Giovedì e Venerdì dalle 11.00 alle 14.00, prenotazione pranzo Cucine Popolari presso Giovanni:3358042566.  Sabato e Domenica dalle 16.30 alle 00.00 servizio bar.