Fondazione Gualandi

20414236_10210211731505016_7916714790972839822_o Mercoledì 15 Novembre comincia la collaborazione tra l’Associazione Civibo Onlus e la Fondazione Gualandi. I ragazzi della scuola di Cucina della Fondazione per un giorno cucineranno e serviranno presso le Cucine Popolari aiutando le persone in difficoltà, ospiti della mensa. La collaborazione continuerà anche nei mesi successivi una volta al mese.

La Fondazione Gualandi a favore dei sordi ente privato nato a Bologna il 1 gennaio 2003, dalla trasformazione dell’Istituto Gualandi, ente di pubblica assistenza – ha scelto di continuare   a utilizzare il reddito del proprio patrimonio a vantaggio dello sviluppo dei bambini con difficoltà uditiva,  secondo le esigenze attuali e con strumenti adeguati e innovativi. Tra le attività educative son compresi, ad oggi, un Nido e una Scuola dell’infanzia, che accolgono un centinaio di bambini.  Le strutture sono state progettate, realizzate e gestite dalla Fondazione per sperimentare modalità innovative nell’educazione di bambini con difficoltà di udito, insieme a tutti gli altri. Le attività extrascolastiche per piccoli gruppi di bambini sordi, che la fondazione ha realizzato fin dai primi anni, sono adesso orientate soprattutto alla conoscenza e all’utilizzo della lingua italiana scritta.
Si è concretizzata anche l’attività specifica di Laboratori di lingua italiana per adulti e stranieri sordi. La Fondazione si è posta sempre in relazione di sussidiarietà e collaborazione con gli enti e le strutture impegnate per l’abilitazione, l’istruzione, l’inclusione delle persone sorde.

L’Ente oltre ad aiutare le Cucine Popolari con attività di volontariato mette a disposizione i frutti degli orti gestiti dai suoi Soci. Tanti prodotti naturali e biologici che dalla coltivazione di soci e volontari finiscono per essere lavorati e serviti presso le Cucine Popolari, in un’ ottica di ciclo virtuoso in cui i prodotti della terra buoni e genuini aiutano le persone in difficoltà inviate dai Servizi Sociali del Comune di Bologna.